cerca

Si porti un bacione, Fiorenza...

22 Febbraio 2010 alle 16:15

"I dieci giorni" che sconvolsero il mondo, della Sarzanini, fanno bellamente nomi e cognomi, ma innanzi tutto di funzionari pubblici che sembrano non avere alcun colore politico. Poi i politici, di destra. Addirittura i nomi, e non i giorni sono i capitoli dell'articolo, dove il Ministro Matteoli che comunica al telefono di andare "in ferie", Denis Verdini che prende l'elicottero e Bertolaso, sul quale "non si rintraccia riscontro di alcuna dazione" ricevuta sono - naturalmente con foto - i veri protagonisti di un modo di fare giornlaismo che ricorda molto "Mani Pulite", ma senza la stessa ciccia. Nel finale Domenici, Veltroni e Rutelli oltre a non aver foto, sono invece oggetto di un capitoletto striminzito a parte titolato "gli architetti e la sinistra". Il Foglio ha svelato eccellentemente Repubblica con un meraviglioso Christian Rocca, ma il narcisismo giornalistico con cui la Sarzanini gioca con i suoi stessi pezzi degli ultimi dieci giorni non puo' essere minimizzato. Fiorenza riassume e censisce se stessa come per auto-convincersi che quello che ha dissenatamente riportato NON E' solo un polverone "senza rilevanza penale", e nel farlo si manda un bacione rassicurante, che suona come l'augurio che qualcuno non trovi invece rilevanza giudiziale nelle sue "serial character assassinations". A questa amena pratica infatti anche il Corriere si e' accodato in modo prono, pur avendone addebitata ipocritamente l'esclusiva al solo giornalista italiano che, finora, in modo forse convulso e rocambolesco, del suo "killeraggio" ha fatto abbondantemente ammenda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi