cerca

IN EXITU/10

17 Febbraio 2010 alle 20:45

Gente che si indigna per il gesto disperato e d'amore di una persona sola e magari ha approvato e approva l'intervento in guerra in Iraq e Afghanistan, pur sapendo benissimo che, per colpire quattro o quaranta guerriglieri, si sono ammazzati e si ammazzano impunemente e inevitabilmente centinaia o migliaia di innocenti, donne, uomini e bambini. Ma quelle, evidentemente, non sono vite (e poi da qui non si vedono). E per loro non ci si scandalizza certo, né brucia la coscienza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi