cerca

Nucleare hip hip hurrà!

6 Febbraio 2010 alle 10:45

Nel villaggio di Canas, vicino a Cuenca, in Spagna, 20 anni fa c'erano ancora 1.800 abitanti, oggi sono 480, con due negozi, una macelleria, una farmacia e un bar. Le strade semiasfaltate sono deserte, le case vuote. Nella piazza centrale, la Plaza Mayor, un solo alloggio è abitato. Hanno fatto richiesta per ospitare un deposito di scorie nucleari perché il Governo spagnolo promette loro 700 milioni di investimenti, 300 posti di lavoro, e un premio annuale di 5 milioni (e altri 7 ai comuni vicini). Tutti vogliono credere alle garanzie del governo, sul fatto che la discarica non comporterà rischi. Due domande. Perché in nessuno dei tanti paesini del meridione, dove si respira miseria, si vogliono i depositi delle scorie nucleari, depositi che il Governo spagnolo (e non solo) ha garantito innocui per la salute dei cittadini? Spero che il Governo italiano per la collocazione dei siti nucleari porti avanti un'iniziativa analoga a quella del Governo spagnolo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi