cerca

Buoni cattivi e stupidità montante

29 Gennaio 2010 alle 12:15

L'ebreo buono è quello morto. Quello vivo è malvagio e va eliminato. Questo si ricava dall'avvio delle giornate della memoria e con la saldatura tra sinistra e islam (i neonazisti non sarebbero in grado di nuocere, anche perché per il binomio di cui sopra l'ebreo è nazista). Qualcosa di più pericoloso del razzismo, perché ancora più stupido.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi