cerca

Canne

25 Gennaio 2010 alle 16:00

Massimo Terenzio Dalemoni, condottiero repubblicano. All'apice della carriera scese in Puglia per darne quattro agli odiati e cetramente diversi Cartaginesi. Schierò le truppe per sfondare al centro, accerchiato dalle ali perse il controllo della battaglia. Dei suoi smisero di far carneficina solo per stanchezza delle avverse truppe. La battaglia di Canne fu preceduta dall'ultimo sacrificio umano ricordato dalle cronache, un liberto, tale Ampolla. Dopo la sconfitta riparò fortunosamente nella capitale. Concluse la carriere come ambasciaore in Africa. Tripoli, sembra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi