cerca

Il solito Di Pietro

14 Gennaio 2010 alle 20:23

Il direttore del TG1 ha espresso il suo parere su Craxi in un editoriale andato in onda un paio di giorni addietro. Apriti cielo: l'ineffabile Di Pietro ha dichiarato che porterà l'accaduto in Parlamento e denuncerà il comportamento del direttore Augusto Minzolini. Motivo della protesta, che immaginiamo manifestata in perfetto italiano aulico: la mancata imparzialità del direttore stesso pagato con il denaro pubblico. Nel mio piccolo rifletto e ritengo di poter affermare che lo Strillone di Torpignattara, al secolo Michele Santoro, o la Dentiera Parlante al secolo Giovanni Floris, senza contare la corte dei miracoli del TG3, potrebbero bivaccare in Parlamento tutti i giorni vista la loro straordinaria lealtà e imparzialità....nei confronti dei cittadini che pagano il canone. Sappiamo che l'odore non è dei migliori in nessuna delle "Botteghe", ma che un parvenu come Di Pietro di cui ormai sappiamo quasi tutto, ma non tutto..., si permetta di salire in cattedra è veramente il colmo. Pontifica un giorno sì ed uno no, su tutto e tutti, però è veramente uno spasso sentirlo. Io proporrei la sua partecipazione a Zelig dove c'è un suo degno sodale, Claudio Bisio, altro bastonatore del cavaliere, grazie al quale comunque mangia e beve abbondantemente come tanti altri. Quando Berlusconi andrà in pensione, mi chiedo, cosa faranno tutti questi giganti del pensiero?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi