cerca

Crisi

8 Gennaio 2010 alle 18:30

Salve, sono Antonio. Amo il vino e leggo il Foglio (chiedo ancora venia ad Andrea Benedetti, confesso il plagio, ma non ho saputo resistere). Tutte le volte che attraversiamo un periodo come quello attuale di “crisi” economica, storica, morale, sociale leggo interventi fotocopia di sociologi, storici, filosofi, economisti, teologi che spiegano, con perfetta analisi etimologica e filologica, che la parola “crisi” non va letta come decadenza ma come rinnovamento, rinascita. Forse sarà perché la lingua evolve e le parole assumono, col tempo, significati che ne scarnificano quello iniziale, ma in giro vedo molta decadenza, poca rinascita, nessun rinnovamento. Grazie per l’attenzione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi