cerca

La favola delle api

5 Gennaio 2010 alle 13:20

Un inglese geniale disse tutto questo nel secolo XVII, in modo brillante e assai umoristico. E' tutto vero, se non il fatto che chi rinfaccia agli altri spreco e sprezzo della altrui povertà non lo fa né per ragioni umanitarie, né tanto meno economiche. Lo fa in primo luogo per soddisfare un suo bisogno di dichiarare il proprio odio degli altri in modo che non generi l'immediata rappresaglia altrui. Lo fa per accattivarsi i consensi di altri, che, come lui odiano quello che gli altri fanno potendo permetterselo, e, in nome della propria e altrui malafede, accumulare potere per fare spreco delle altrui ricchezze e propensioni a vivere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi