cerca

Pannella e il buon dittatore

4 Gennaio 2010 alle 17:10

Già ai tempi il motto “Viva Saddam, Saddam viva” mi aveva turbato per la doppia, opaca valenza. Ora Pannella decide di celebrare l'anniversario delle morte di Saddam. Ne fa così un martire ucciso perchè non vuotasse il sacco su come abbiano fatto fallire il suo piano per l'esilio. Un'intera e disonorata carriera di dittatore redenta da quest'ultimo gesto, la presunta adesione all'ennesima velleitaria campagna radicale. A salvare il buon ladrone all'ultimo istante c'é riuscito uno ed uno solo, il buon dittatore rischia di tirar giù con sé anche il nostro stralunato Marco. La smetta, per favore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi