cerca

A caval donato

29 Dicembre 2009 alle 12:25

I regali di Natale sono una grande dissipazione di ricchezza: basti pensare alla solita orrida cravatta ricevuta dalla stessa zia, e usata solo una volta l’anno in sua presenza, o i numerosi giocattoli regalati a bambini ormai privi di curiosità e relegati in un angolo. Se il denaro fosse stato consegnato al destinatario del regalo invece che speso per la cravatta forse sarebbe stato utilizzato per comprare qualcosa di più gratificante. E così quella cravatta rappresenta un doppio spreco: per l’acquisto di un regalo inutile e per il mancato possibile utilizzo alternativo della somma spesa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi