cerca

La guida alle messe di Langone

24 Dicembre 2009 alle 18:25

Ha proprio ragione Camillo langone nella sua nota "Ambizione". Devo confessare che non vado a messa solo a Natale,ma neanche tutte le domeniche. Quando scrive che la funzione religiosa accompagnata dall'organo a canne è tutta un'altra cosa rispetto alle chitarrine, come non riconoscere che coglie nel segno? C'è bisogno di solennità, di qualcosa che ti coinvolga, ti emozioni,che ti apra a Cristo. E' chiaro che è il credente che si deve mettere in gioco, ma ci dev'essere anche l'altra parte che ti viene incontro, cioè la liturgia,che non è forma,ma sostanza.Sono i sacerdoti, i parroci, i vescovi a dare l'input. Basta messe scialbe. Bravo Langone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi