cerca

Una rondine non fa primavera/3

22 Dicembre 2009 alle 10:08

Caro Donzelli, temo che siano anche affermazioni come la sua chiusa che causano scetticismo ed incredulità in molti. Consiglio a tutti (qualunque cosa pensiate del global warming) la lettura di "Physics for Future Presidents" (ci sono anche ampi stralci gratuiti su Internet), nel quale Richard Muller, scienzato di Berkley che non tarocca dati né pontifica da palcoscenici spostandosi rigorosamente in limousine e jet privato, spiega le cose, papale papale, come stanno: è probabile che un eccesso di anidride carbonica sia dannoso per il pianeta ma nessuno oggi sa esattamente come andrà a finire e chiunque azzardi una previsione sul clima o mente o non sa di cosa sta parlando. E la soluzione è semplice e a portata di mano: basta essere un po' più attenti e più efficenti, senza stravolgere completamente i nostri stili di vita. Muller continua evidenziando che le cosidette energie alternative siano oggi assolutamente inefficienti e che occorre invece investire nel nucleare (fissione oggi e fusione domani) perché il problema delle scorie è tecnicamente risolto da anni, checchè ne dicano i soliti soloni. Purtroppo, con queste tesi non si vincono le elezioni ed è questo il motivo per cui nessun futuro presidente gli darà mai retta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi