cerca

Cittadinanza e acqua/4

12 Dicembre 2009 alle 21:39

Interessante la difesa del primato della legge e della separazione tra etica religiosa e diritto da parte della sig.ra De Ferrari. Ma è la stessa che gridava al golpe il 7 ottobre per la sentenza della Corte sul lodo Alfano o si tratta di un bizzarro caso di omonimia ? Ad ogni modo, il punto è un altro: fino a che punto un cattolico può seguire il primo insegnamento di Gesù nella vita di tutti i giorni e dimenticarsene quando è chiamato a scrivere una legge che ti punisce per essere, si badi bene, non un delinquente ma un povero cristo nato dalla parte sbagliata del mondo? E se questo presunto cattolico si imbatte in un clandestino colpevole solo di essere tale (non delinquente, quindi) che fa, lo aiuta o lo denuncia?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi