cerca

Cittadanza

9 Dicembre 2009 alle 20:32

A Zingonia, nella bergamasca, due condomini abitati da extracomunitari, in prevalenza nord africani, in quattro anni, riescono a non pagare le bollette dell'acqua per un importo di quasi 400.000 euro. La colpa, dicono, è di quei extracomunitari "fantasma" che occupano abusivamente alcuni appartamenti che dovrebbero essere vuoti. L'ente preposto decide di chiudere i rubinetti. Gli extracomunitari scendono in strada ed occupano la statale. Interviene il prefetto e... i rubinetti vengono riaperti! Qualsiasi sia l'evoluzione futura di vicende come questa e di altre simili, non si può non trarre una conclusione evidente: vi sono non pochi immigrati che non si integrano e non fanno nulla per integrarsi, anzi rivendicano il diritto di non rispettare i più elementari doveri della cittadinanza, ma allora perchè dargliela per forza?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi