cerca

Il terrore continua

8 Dicembre 2009 alle 19:34

Dopo l’ultimo sanguinoso doppio attacco del 25 ottobre a Bagdad (90 morti), ecco una nuova serie di autobombe o bombe umane esplose nel centro della capitale irachena. Stavolta i morti sono 127 e quasi 500 i feriti. Sono stragi intimidatori in vista alle prossime elezioni politiche di marzo, stragi di terroristi contro la libertà del popolo iracheno, contro la democrazia. Quanti altri attentati e morti ci vorranno ancora per togliere ogni dubbio su chi siano i guerrafondai, quelli veri? O si continua a pensare imperterriti che i seminatori del terrore siano i presidenti americani, prima Bush ed ora Obama?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi