cerca

Nonsolocroci

2 Dicembre 2009 alle 15:35

Per mascherare l’impronta della croce che rimarrà sulle pareti nelle aule, quando e dove verrà rimossa, si dovrebbero poter utilizzare delle magnifiche corna di renna o di alce finlandesi. In alternativa si potrebbero ricoprire tutti i crocefissi e le icone religiose esposti nei siti pubblici con la bandiera europea pietosamente listata a lutto. Così a Strasburgo saranno contenti. Sembra il festival dell’ignoranza e della superficialità (ma forse è solo pacchiano anticlericalismo) perché quella Cattolica Romana è, per dettato dell’articolo 7 della Costituzione, Religione di Stato. E’ da lì che nascono le sofferenze dei non cattolici, dagli agnostici e dagli atei, altro che Crocefisso! Pensate al profondo disagio che patiscono dovendosi assentare dal lavoro a Natale e in tutte le feste comandate, per la chiusura degli uffici pubblici e delle scuole il dì del Santo Patrono, l’odio per il Calendario Gregoriano (così straboccante di Santi), per il continuo inciampare nelle tradizioni cristiane così “democraticamente” riconosciute e praticate (cui si sommeranno presto o tardi quelle islamiche…)! E vogliamo tacere l’oppressione che l’Architettura, la Musica, la Letteratura e le Arti occidentali tutte così trasparentemente imbevute di Cristianesimo? Fa tuttavia specie osservare come i primi lasciarsi sopraffare dai talebani del laicismo siano stati proprio i sacerdoti che da tempo lasciano nelle canoniche tonache, clergy e persino la crocetta-distintivo all’occhiello! Che tempi!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi