cerca

Il referendum in Svizzera /2

30 Novembre 2009 alle 17:33

Tempo fa, sul vostro giornale, è apparso un articolo che mi aveva molto colpito perchè ne condividevo pienamente il sentimento. Non ricordo più chi l'aveve scritto, anche se era firmato. Descriveva il senso di smarrimento che prendeva l'autore nel momento in cui usciva di casa nella sua città e non riconosceva più i luoghi, gli odori, la lingua parlata dai più, le abitudini, i rumori, perchè immerso nei kebab, nei veli che coprivano il capo delle donne, nei profumi non abituali, nell'udire discorsi in lingue sconosciute. E tutto questo in poco tempo senza dargli il tempo di adeguarsi e capire. Io ho conosciuto molto bene gli svizzeri per esperienza personale e credo che la paura di dover provare un tale smarrimento nella loro vita futura li abbia spinti a votare come hanno votato. In fondo li capisco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi