cerca

Berlusconi & Fini (Perché Fini intenda)

30 Novembre 2009 alle 14:02

Decidere a maggioranza è una delle regole della democrazia. Quanti parlamentari sono nell’area Finiana? Ho letto non più di venti poca roba anche se sufficiente per creare confusione e non poca disarmonia. Numeri quindi. Il blocco elettorale di riferimento nel PDL vuole riforme e subito. Se in questa legislatura non ci saranno le riforme che hanno spinto la grande maggioranza degli Italiani a votare centro-destra, l’affidabilità del governo e di Berlusconi saranno molto compromesse. Berlusconi lo sa. Fini sfianca con le sue esternazioni la maggioranza, anche nei confronti dell’alleato Leghista, con quale obiettivo? Cuocere il Cav affinché perda credibilità? E poi magari perdere le prossime elezioni per un soffio? O vuole staccarsi e fondare un partitino simil Rutelli? Forse vuole esprimere idee e opinioni già dette da altri? Io lo capisco poco e non lo reputo un politico raffinato. Centralismo quindi vuol dire: questa è la minestra, se vuoi contribuire, va bene. Se vuoi comandare esci pure. Il governo faccia le riforme con o senza l’opposizione. Il PD prenda esempio da Togliatti e se vuole anche da Stalin (che fece un patto coi Nazisti). Sottolineo nazisti non Berlusconi. Questi manco sono capaci di discernere. Fini con il suo atteggiamento frondista alimenta le speranze di un opposizione allo sbando che spera nello sfaldamento della maggioranza. E’ un atteggiamento insensato. La PD agisca senza indugi e ri-vincerà le elezioni fra tre anni e mezzo. La storia dei figli che devono “uccidere il padre” va bene per gli adolescenti non per un ultra cinquantenne. L’ex delfino se vuole agire responsabilmente esca da un partito che non è più il suo. Insomma Fini faccia quello che crede, la conta è iniziata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi