cerca

Cesare (Battisti) e i guappi

19 Novembre 2009 alle 15:46

I picciotti, i guappi, i malacarne di tutta l'Italia , ricercati per aver sparato durante rapine o perchè avevano ucciso persone che avevano osato difendersi (ritorsione mafiosa), erano lì, tutti pronti a dichiararsi prigionieri politici ed espatriare a Rio. Rio non è Parigi ma ci sciala lo stesso. Invece, contrordine, si resta in Italia. E pensare che il nostro Cesare sognava un mondo migliore tipo Praga, Mosca, Cuba etc ma al momento opportuno ha scelto Parigi e poi Rio, città note per lo scialo ,oserei dire, occidentale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi