cerca

Il giustizialismo facile e quello difficile

27 Ottobre 2009 alle 18:51

Facile fare i giustizialisti, gli intransigenti, con quelle parti della società che, colpevoli o meno, non si ribellano violentemente perché non fa proprio parte della loro mentalità, ma affidano la loro difesa agli avvocati. Già ai tempi di tangentopoli mi aveva colpito la facilità con cui la struttura di corruzione si era sfaldata, facevano a gara a parlare imprenditori e politici: scarsa omertà, nessuna violenta vendetta trasversale o contro magistrati o forze dell’ordine. Molto più difficile fare i giustizialisti con i delinquenti, i terroristi o con quel grave cancro che sono le mafie del Sud Italia: gente pericolosa come purtroppo testimoniano molti tragici avvenimenti, usa ad ogni forma di violenza, che non si ferma nemmeno di fronte a gente innocente, che non centra nulla, al punto rendere ipotizzabili trattative segrete con lo Stato per fermare almeno le manifestazioni più gravi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi