cerca

L’ora di religione

22 Ottobre 2009 alle 21:14

C’è un tema che l’articolo di Bandinelli liquida come improponibile. L’impossibilità della reciprocità fra il mondo Islamico e il nostro. Qui è il tasto dolente. Senza la reciprocità che ovviamente è, e non può essere diversamente, l’humus per arrivare, almeno potenzialmente, a relazioni accettabili non si possono raggiungere intese di nessun tipo. Non c’è storia. La questione dell’ora di religione islamica non si può nemmeno porre. Invece si propugna, ma questo è solo una resa senza condizioni di una cultura in nome di un astratto convivere. La chiesa è divisa, e mi duole molto. Nella chiesa ci sono prelati che preferiscono la resa in nome di un’accoglienza che è la faccia “buona” del relativismo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi