cerca

Stabilità/2

20 Ottobre 2009 alle 20:21

Ho lavorato 38 anni alle dipendenze di ben sette aziende private e per due volte sono stata licenziata non certo per il mio scarso rendimento ma soltanto perchè le due aziende fallirono miseramente. La prima volta che persi il lavoro avevo 22 anni( ero dipendente della Flotta Lauro) e la seconda volta 50 anni. Mi reputo dopotutto fortunata poichè con l'esperienza acquisita ho sempre trovato il lavoro idoneo alla mia figura professionale. Sono in pensione da circa tre anni e avrei potuto tranquillamente proseguire il rapporto di lavoro con l'ultima società di cui ero dipendente ma ero stufa di assistere a ruberie varie tra le quali falsi in bilancio procurati con fatture fasulle. Ma adesso mi chiedo: che possibilità hanno i giovani di trovare un lavoro che consenta loro di vivere dignitosamente? La precarietà regna sovrana e conosco ragazze che lavorano in nero in qualche supermercato 10 ore al giorno con una retribuzione di 400 dico 400 euro mensili. Forse qui al Sud è tutto più complesso e i giovani si accontentano di qualunque lavoro malpagato. Penso che la mobilità sia quasi sempre sinonimo di sfruttamento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi