cerca

Il bello di non avere il posto fisso

19 Ottobre 2009 alle 19:53

E' che sei costretto a imparare cose nuove. Il che' e' sano. Ti e' dato di vivere molte vite diverse, il che' rende il gioco piu' divertente. Ma c'e' una domanda di fondo. Se si accetta di vivere nel sistema del libero mercato, il posto fisso e' per definizione un'illusione o una distorsione di cui altri pagano il prezzo (welfare ipertrofico pagato dai ceti produttivi). Quindi che senso ha una discussione su questo piano? Se questi sono i presupposti allora discutiamo della nostra disponibilita' a vivere nel sistema dell'economia globale, oppure a chiamarcene fuori. Solo in questo ultimo caso e' possibile concepire posti fissi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi