cerca

Magistrati ministrati

10 Ottobre 2009 alle 09:31

Art.3 della Costituzione: ci volevano quindici giudici per confermare una tautologia giuridica suggerita da Di Pietro? Quello che leggiamo nelle aule del tribunale non significa che la giustizia è la ghighiottina che non tien conto di Re, Papi e plebei, ma che tutti sono sottoposti alla legge, non necessariamente alla stessa legge. Come a dire( se si sostituisce alla parola "legge" la parola "morte") : "la morte è uguale per tutti" non significa che a tutti tocca la stessa morte. E' questa la differenza tra la logica e l'ideologia. Per confermare un tautologia costituzionale, l'acqua calda, abbiamo bisogno di quindici giudici pagati a 30 mila euro mensili? Qui la legge non è uguale per tutti, eppure è uguale, perché "l'uguale" non è "lo stesso".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi