cerca

La guerra sbagliata

18 Settembre 2009 alle 10:38

Quella in Afghanistan è una guerra sbagliata! Lo è diventata appena dopo che, distrutto il regime talebano, gli americani e la Nato hanno deciso di restare per importare la democrazia in Afghanistan. Fallita la cattura di Osama e del mullah Omar, bisognava semplicemente andarsene e lasciare agli afghani la responsabilità di decidere il loro ruolo internazionale, lasciando capire che il ritorno ad essere un nido del terrorismo qaedista avrebbe voluto dire qualcosa di simile alla operazione a Gaza di Israele di qualche mese fa ( tra l'altro l'operazione a Gaza ha abolito i lanci di missili katiusha verso Israele, sbaglio?) ; a casa loro potevano fare quello che volevano, ovviamente. Restando nel paese l'Occidente si è accollata la responsabilità di scelte che spettavano agli afghani e il risultato è questa guerra sbagliata che non si potrà mai vincere. L'unica exit strategy oggi è la stessa di Nixon per il Vietnam: l'afghanizzazione del conflitto, insieme alla prospettiva del tipo Gaza di cui sopra. Il nostro governo farebbe bene a ricordare agli alleati questa exit strategy e mettere in chiaro che senza di essa ce ne andiamo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi