cerca

La guerra sbagliata/2

18 Settembre 2009 alle 12:49

Ancora una volta Israele dimostra di saperla più lunga dell'Occidente: penso anche io che Afghanistan e Iraq andavano gestite come opera Israele nelle aree confinanti, ossia avere obiettivi realistici (improponibile la distruzione di Hamas o Hezbollah) e tempi di intervento limitati. Colpiti i talebani, distrutto il loro potere, probabilmente sarebbe stato sensato ritirarsi in breve tempo: spiegare la democrazia agli afghani è un pò come spiegarla ai palestinesi, occorrono tempi molto lunghi, troppo lunghi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi