cerca

Io sto con Feltri

16 Settembre 2009 alle 12:14

Non mi piace il tiro al bersaglio contro Feltri che la sta facendo da padone nelle ultime settimane. Come spesso accade in questo paese si prende una persona e la si trasforma nell'incarnazione di tutti i mali. Ora è il turno di Feltri: servo, killer, buffone, pataccaro, vergogna del giornalismo italiano. Eppure Feltri sta facendo il suo lavoro di giornalista. In un modo che può piacere come no, ma non certo illecito. Per mesi Repubblica ha diffamato senza uno straccio di prova il Presidente del Consiglio e si diceva che aveva il diritto di farlo. Un bel giorno Feltri pubblica una notizia vera e provata su Boffo e si alzano gli scudi contro di lui. Quanta ipocrisia. Quanto a Fini, si può condividere come no quanto ha scritto Feltri (io condivido in pieno), ma di sicuro Feltri ha interpretato un sentimento molto diffuso tra gli elettori Pdl. Ovvio, Feltri non è un giornalista intellettuale e sottile come Ferrara, ma il suo stile pane al pane vino al vino raggiunge tutti, quello di Ferrara è necessariamente pensato per un'elite.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi