cerca

Zucconi s'inventa un 11 settembre tutto suo

14 Settembre 2009 alle 16:29

In poche righe su Repubblica, Vittorio Zucconi prima si dice convinto che Dick Cheney spera segretamente che Obama subisca un secondo 11 settembre. Bontà sua. Poi azzarda addirittura che il primo 11 settembre è stato possibile a causa dell'imprevidenza dello stesso Cheney e della sua gente, Bush compreso, ovviamente. Dimentica, il vecchio Zuc, che l'attentato alle Torri gemelle è stato progettato negli anni novanta, sotto l'impero di Bill Clinton, senza che i suoi amati democratici ne avessero il minimo sentore. Dimentica pure che l'11 settembre è stato elaborato in anni di pace e di mano tesa all'Islam e dimentica infine che Clinton, prima del massacro di otto anni fa, ha avuto il fucile puntato sulla testa di Osama e non ha premuto il grilletto. Altro che Bush e Cheney. Per fortuna Federico Rampini, nuovo inviato di Repubblica negli States, non sembra affatto sganciato dalla realtà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi