cerca

Democrazia & libertà

9 Settembre 2009 alle 10:04

Distinguere una democrazia da una tirannia è facilissima cosa: in democrazia non manca l'occasione di incontrare ad ogni crocicchio qualcuno che si rempia la bocca di parole e idee che suonano come "libertà", "giustizia", "tolleranza", "rispetto", "democrazia", "civiltà". Non è poi tanto male, se pensiamo che è nell'ordine naturale delle cose; e basterebbe volgere lo sguardo alla natura per capire qual è la realtà del mondo in cui viviamo. Prendiamo le mucche al pascolo: un giorno le vedi lì, a liberarsi il ventre dal peso dell'ingordigia, lasciando la prova tangibile alla vista e all'olfatto del loro passaggio; il giorno dopo tornano in quello stesso punto e si riempiono la bocca di tutto, ruminandoselo per ore con gusto, come a voler esser sicure che sia proprio roba loro. Così anche gli uomini, con le parole al posto dell'erba. V'è tuttavia una differenza: solo gli uomini ti vengono a masticar in faccia, in modo che dal loro alito tu possa comprender senza ombra di dubbio dove son state generate il giorno prima quelle parole che ti spiattellano ora davanti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi