cerca

Senza petrolio/2

7 Settembre 2009 alle 16:51

Il discorso è giusto, ma bruciare idrocarburi per scaldare o produrre elettricità è una cosa abominevole. Oggi è necessario, ma occorre mettersi concretamente nell'ottica di fonti alternative. Gli idrocarburi sono molecole semplicissime, che così semplici non si trovano in natura, se non nei giacimenti fossili. Essendo semplici, sono mattoncini coi quali si costruiscono altre molecole in modo semplicissimo. servono a fare cose meravigliose, e bruciarli è come usare il brunello di montalcino per impastare cemento. Molto meglio il nucleare (l'uranio non serve a nient'altro), magari spedendo le scorie da qualche parte nello spazio (con buona pace degli ambientalisti, il concetto di sporco è unicamente umano, quello di inquinamento unicamente legato al nostro ecosistema). Meglio ancora le rinnovabili, se migliorano di efficienza, ma non lo faranno mai se non ci si investe. Non abbiamo fatto molti passi in avanti, checchè se ne pensi: una centrale nucleare non fa altro che far girare una ruota collegata ad una dinamo, cosa assai datata!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi