cerca

Google

19 Agosto 2009 alle 10:22

“Is Google making us stoopid?”. Il gioco di parole individua con precisione un fenomeno che sta caratterizzando la nostra era digitale: l’ uso del web causa una progressiva difficoltà a mantenere a lungo la concentrazione su letture di una certa lunghezza. Forse proprio il salto continuo da un’ informazione all’altra, tipico della navigazione in rete, potrebbe modificare la nostra struttura cerebrale. E venendo così meno una lettura più riflessiva, si corre il rischio che la conoscenza sia sempre meno approfondita. Finiremo per leggere I Promessi Sposi in sette minuti?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi