cerca

Sì a uccidere un bimbo, no ad abbandonare un cagnolino

30 Luglio 2009 alle 13:15

Liberalizzare il commercio della RU486 è un "diritto" delle donne. Liberarsi di un cagnolino in autostrada (cosa certo abominevole) è più grave che liberarsi di un figlio. Alcuni criminali si propongono come candidati nei partiti, diventano "onorevoli", attori, scrivono libri, fanno pubblicità mentre le persone per bene finiscono come Enzo Tortora. Ma che cazzo (scusate) di società è mai questa?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi