cerca

Parole e pensieri

20 Luglio 2009 alle 21:30

Nella rappresentazione grafica dei manifesti programmatici dei candidati segretari del PD ci sono tante parole in comune, (prevale "partito", in quello di Marino si legge "ospedale" piuttosto grande), ma ne manca completamente una, basilare in una visione matura del mondo e della società: Dovere (o Doveri). Qualcuno lo rilevò nel programmone prodiano del 2006: 173 ripetizioni della parola "diritti", 3 di quella "doveri". Tutti, in quel librone dei sogni, avevano diritto a tutto, subito, gratis e sotto casa. La storia si ripete ?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi