cerca

Mortalità in Cina

17 Luglio 2009 alle 19:45

L'aborto non e' una "risposta sbagliata", e' un atto con il quale si elimina un essere umano che non si puo' difendere. Qualcuno dice, che c'e' un problema di risolvere, ma e' molto piu' facile eliminare il problema che risolverlo, vero? Provate a pensare veramente cosa significa dover uccidere tuo figlio o figlia per legge: ci sono donne in Cina che fanno la "spia" per il Governo e se ti vedono con la pancia grossa e sanno che non puoi ti arriva in casa la polizia e ti portano subito ad abortire!! In Cina poi e' selettivo (sesso femminile non tanto fortunato) e non e' raro sentire di persone che cresciute in Cina applicano aborto selettivo anche quando si trovano in totale liberta' in altri Paesi, perche' ormai hanno assorbito quella cultura di morte. L'aborto poi si fa praticamente senza dover fornire alcuna spiegazione e su base assolutamente volontaria quasi ovunque, anzi non e' solo volontario ma e' auspicato. Provate anche a pensare veramente cosa significa uccidere tuo figlio o figlia per scelta, significa non rendersi conto di quello che si sta facendo non c'e' altra spiegazione per me. Eppure le alternative non mancano, ma niente da fare. E sapete perche'? Secondo me perche' qualcuno pensa che sia una "buona idea" ridurre la popolazione mondiale a partire dai piu' deboli, poveri e problematici, un elite che sta diffondendoo, per proteggere i propri interessi, una cultura che promuove l'egoismo e la morte con vari sistemi tra cui l'aborto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi