cerca

Rivoluzioni/…

2 Luglio 2009 alle 20:00

A me pare che a molti infastidisca anche solo l'idea che un popolo, o magari un singolo, possa ribellarsi. Non ha un bel sapore il "tutti al loro posto obbedienti". Anche la Resistenza fu, prima che fosse ideologicizzata, una ribellione di migliaia di giovani di 18-20 che si rifiutarono, nonostante il rischio reale di venir fucilati o deportati, di servire in armi sotto la Repubblica Sociale, per una guerra da loro non voluta, che aveva già provato i loro padri o fratelli, da cui molto non tornarono o tornarono malconci, e ormai persa agli occhi di tutti. Chi semina vento.... A mio parere le rivoluzione vanno giudicate in base alle motivazioni, alle ideologie e ai frutti che hanno prodotto nel breve e lungo periodo: sbagliato fare di tutt'erba un fascio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi