cerca

La matematica è un'opinione

29 Giugno 2009 alle 14:00

Il leader del PD ha commentato positivamente il risultato delle ultime elezioni amministrative, annunciando il successo delle liste di sinistra e proclamando il declino della destra. E’ strano come qualsiasi evento numericamente ben individuabile venga interpretato secondo la banderuola del commentatore di turno: basti pensare alle folle oceaniche che secondo l’opposizione avrebbero partecipato alle manifestazioni anti governo poi ridotte dalle questure ad un numero pari al pubblico di una partita di serie B. In questa tornata elettorale 32 enti tra province e comuni hanno cambiato colore politico e guarda caso ben 32 di queste sono ora governate dal centro destra: la sinistra è passata in minoranza persino in zone del centro ritenute fedeli da sempre ai nipotini di Stalin. Da quali cifre i vertici del PD abbiano potuto trarre conclusioni così sorprendenti e diametralmente opposte rispetto alla cruda realtà delle aride cifre è un mistero pari all’ interpretazione della stele di Rosetta. Per recuperare le posizioni perdute il buon ferrarese dovrà non solo ripassare qualche manuale di buon governo, ma soprattutto di aritmetica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi