cerca

Pentiti, prostitute e politici

26 Giugno 2009 alle 18:15

Dopo i pentiti degli anni '90 che accusavano tutto e tutti pur di avere stipendi e sconti di pene, ora ci toccano pure le rivelazioni di prostitute e maitresse deluse perché non hanno ricevuto raccomandazioni, favori o licenze chieste! E' davvero finita l'epoca in cui un uomo poteva scrivere, come Nicolò Tommaseo: "Mio Dio, tutte le donne pubbliche con le quali ho peccato, beatele!"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi