cerca

Obama, George W. & l'Iran

26 Giugno 2009 alle 19:00

E se avessero avuto ragione quella banda di guerrafondai di George W. Cheney e neocon vari che senza le baionette l'esportazione della democrazia non è che un sogno bagnato di sangue?! Speriamo, per i manifestanti di Teheran, che non sia così anche se, al momento, tutto sembrerebbe confermarlo. E' difficle negare che più dei discorsi di Obama al Cairo, sia stato il vedere possibile uno stato in Medio oriente come l'Iraq post-Saddam dove, pur tra tutti i suoi enormi problemi, la scelta non sia soltanto tra cleptocrazie dittatoriali e teocrazie fondamentaliste. Ma, purtoppo, probabilemnte sarò stato tutto inutile, la rivolta in Iran verrà schiacciata e dopo il ritiro dell truppe USA l'Iraq sarà di nuovo un campo di battaglia alimentato da Iran e Arabia Saudita per vincere l'anima dell'Islam, e, dopo queste sconfitte, poi quanto tempo mancherà alla ritirata occidenatle in AfPak? Mala tempora currunt.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi