cerca

Scandalosa Repubblica - povero Silvio

23 Giugno 2009 alle 17:30

Ecco il fiore all'occhiello del giornalismo italiano: "La Repubblica"! che malcela il puro gossip "picconatorio" (picconare e far cadere l'attuale governo in carica)con una pretesa "libera circolazione delle idee e delle notizie"...e pretende che tutti gli altri (Minzolini/TG1) facciano lo stesso, accusandoli, in caso contrario, di essere vili censori! Risultato massimo (come ho già detto): far cadere il Governo democraticamente eletto dalla maggioranza degli italiani che a detta dell'autorevole giornale o avevano le fette di salame sugli occhi o erano lobotomizzati da Mediaset o tutte e due le cose assieme! Risultato minimo:far perdere consensi a Berlusconi. Ma non sono solo i rappresentanti del "bigottismo laicista" (non è un paradosso!, il laicismo è sempre bigotto, visto che deve in tutti i casi essere coerente a quanto il "lume" della propria ragione ha infallibilmente stabilito!) a volere la "pelle" del premier, anzi Repubblica è forse solo l'espressione più volgare e risibile di questo dissenso, anche se la "sua" parte la stà facendo eccome. Il problema per Silvio si fa più serio quando a dichiaragli guerra, oltre alla lobby dei magistrati-politici (ma a differenza dei governanti NON eletti dal popolo e per questo definibili"lobby"!) è anche l'amministrazione Obama che mal tollera i rapporti ed i consegueti equilibi politici che l'Italia di Berlosconi ha intessuto a livello internazionale, sopratutto verso Est con Putin! Più che da Murdoch quindi Silvio si guardi dal suo "amico" Obama: è lui adesso che muove i fili...e la carta stampata di mezzo mondo!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi