cerca

La berlusconite di Obama

19 Giugno 2009 alle 10:30

Ci sono tre scuole di pensiero sopra questa recente “infiammazione” di Obama. La prima. Berlusconi ha imbambolato Obama come ha fatto con i 2700000 italiani che lo hanno personalmente votato nelle ultime elezioni. Dunque Obama è un allocco. La seconda. Obama ha lisciato ben bene il Berlusconi. Titillando la sua vanità di piacere a tutti, gli ha rifilato tre ospiti di Guantanamo per risolversi le sue spinose promesse elettorali. Dunque l’Obama è un furbastro. La terza. Obama non conosce la “VERA” natura del Cavaliere perché né lui né quelli del suo staff leggono “Repubblica”. Quindi Obama è un impreparato. Ci sarebbe, in verità, una quarta ipotesi ma non è molto accreditata. Questa. Che effettivamente il Berlusconi è un tosto in economia e nella politica nazionale ed internazionale. Ma di questo non si scrive su “Repubblica” e quindi non è vera. I “fatti” che non si leggono su “Repubblica” semplicemente NON ESISTONO oppure NON SONO VERI.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi