cerca

Iran. L'illusione della libertà

19 Giugno 2009 alle 11:15

I realisti di destra stanno con Ahmadinejad e con l'élite religiosa del regime e sono convinti che le cose vadano bene così. La sinistra "liberal" sta con Mousavi, con la cosiddetta piazza "riformista" ed è convinta che basti un messianismo più moderato a portare la democrazia in Iran. Io preferisco stare con i pochi rimasti che credono che a Teheran ci voglia una rivoluzione liberale vera, profonda e definitiva che cancelli per sempre dalla storia il fondamentalismo degli ayatollah (con o senza turbante). Peggio della dittatura c'è solo l'illusione della libertà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi