cerca

Gli scandalizzati

12 Giugno 2009 alle 20:00

Coloro che si credono moralmente superiori sono la forma più plateale in cui si manifesta la violenza nel nostro tempo. La rivalità "risentita" che li caratterizza, rivalità giustificata a se stessi dalla inferiorità morale altrui, li rende ciechi alle dinamiche della violenza che inconsapevolmente innescano nel pretendere quel "potere" di cui solo, ovviamente, una scandalosa ingiustizia li priva. Veri e propri "farisei moderni", si muovono ancora su basi arcaiche di comportamento sociale e, in quanto tali, pericolosissime, stante la loro contagiosità mimetica. Autentica espressione invariabilmente paganeggiante della dionisiaca "volontà di potenza", e in quanto tali ignari della Pace autentica, sono trascinati da una frenesia montante di giustizia, anch'essa conseguentemente arcaica, che non può che coagularsi nel "capro espiatorio" di turno. Capiamo allora perchè una fase pre elettorale non sia stata centrata sui programmi, ma su SCANDALI, vero e proprio nutrimento all'"indigno facile" per questi arcaici individui che giocano tutto sull'istintiva violenza e non sulla Ragione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi