cerca

Grazie, preoccupatissimo milanista

11 Giugno 2009 alle 10:30

Leggendo il commento di Lanfranco alla vendità di Kakà ho sentito "quella maledettissima fitta al cuore" che ha nome nostalgia. E' vero perdere la capacità di sognare è cominciare a morire. Non si tratta di campioni, di moduli, di tattiche, tanto meno di bilanci; dove sta quel Presidente che ha amato Erasmo da Rotterdam, e che diceva che è la follia di pochi a squassare l'ovvietà, la banalità, la razionalità mortificante e che è questa follia a cambiare in meglio il mondo? Ho paura, quindi, che mai più esulterò come una ragazzina, io che ragzzina non sono più, per un pallone che deforma una rete di corda tesa tra i pali. Ciao, spero non addio, glorioso Milan del 4 a 1 di un tempo che ora mi sembra davvero tanto tanto lontano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi