cerca

Chiunque

10 Giugno 2009 alle 18:45

Il rettore de La Sapienza, Luigi Frati, spiega così l'invito rivolto a Gheddafi per l'incontro in programma con gli studenti del prestigioso ateneo. "La mia idea di università è che può venire chiunque e chiunque può fargli domande, anche scomode, e lui deve rispondere. Io la penso così, io non sono un talebano". Ora è tutto chiaro: Benedetto XVI, per il rettore, non è nessuno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi