cerca

Doppio pesismo

2 Giugno 2009 alle 21:15

“Non si crocifigge una persona, per una sciocchezza del genere. Non si espone alla gogna mediatica un uomo, per una piccola e stupida deviazione di percorso, in una sera di mezza estate. Se quello che è successo dovesse essere oggetto di qualsiasi analisi di tipo processuale, anche presso il più spietato dei tribunali religiosi, verrebbe derubricato così: il fatto non sussiste. E invece, su un fatto che non esiste, si è montata purtroppo una panna ignobile. Quindi perché avrei dovuto dimettermi? Per una non-notizia? No, non ci sto. Le vere notizie sono altre....”. Lettera che Silvio Sircana inviò a Repubblica dopo essere stato sorpreso lungo una strada frequentata da travestiti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi