cerca

Feste nazionali

27 Maggio 2009 alle 13:45

Approssimandosi il 2 giugno si riapre l'annosa questione circa la rappresentatività delle feste nazionali del nostro paese. E' assai dubbio che possa essere considerata rappresentativa in senso unitario una ricorrenza che rievoca una vittoria referendaria di misura, sulla quale si avanzano da sempre pesanti sospetti di brogli elettorali, a danno di una forma di Stato (quella monarchica) non certo criminale di per sé e che è stata l'artefice dell'unità d'Italia. Analoghi dubbi possono sollevarsi circa il 25 aprile, data che incontra le resistenze dei quasi 2 milioni di discendenti di persone che i partigiani (secondo taluno giustamente) hanno ucciso, torturato o catturato. Il 4 novembre rievoca sì una vittoria nazionale, ma a seguito comunque di un conflitto, sulla cui necessità per le conseguenti conquiste territoriali gli storici sono divisi. Il 10 febbraio ricorda le stragi compiute da stranieri (slavo-comunisti, sia pur con collaborazionisti italiani di medesima fede politica)ai danni di nostri connazionali infoibati, ma non rappresenta di certo una festa, bensì una tragica giornata del ricordo. Proporrei il 4 ottobre, giorno in cui si celebra San Francesco, patrono d'Italia, analogamente a quanto avviene in Irlanda il 17 marzo per San Patrizio. E' vero, ciò susciterebbe le rimostranze di qualche estremista ateista-anticlericale come Fini (che di recente, in nome di tale suo ultimo credo, sembra quasi volersi attribuire un potere di veto sulle leggi,costituzionalmente sconosciuto) e si solleverebbero perplessità circa il livello di civiltà del popolo (irlandese) emulato, che considera pure legislativamente l'uccisione di un concepito (e di una concepita) come un omicidio e non come un atto di emancipazione femminile o una conquista della donna. Però, quanto meno, San Francesco (al pari di San Patrizio) non ha ucciso, torturato, imprigionato, combattuto militarmente o sconfitto elettoralmente, con o senza brogli, nessuno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi