cerca

Cardinale Martini e don Verzé

26 Maggio 2009 alle 18:30

Il 19 il “Corriere” ha presentato, in 2 pagine, un volume scritto a 4 mani dal cardinal Martini e da don Luigi Verzé. Due preti, due profeti. L’uno e l’altro sono stati oggetto, in un recente passato, di attacchi laicisti: il primo esaltato come antipapa e il secondo come fautore dell’eutanasia. La lezione non è loro bastata per essere più accorti nel parlare e si sono messi addirittura insieme per un ammodernamento della decrepita Chiesa, che secondo i laicisti sta tirando le cuoia. Due punti mi hanno colpito: 1) la discussione sul celibato dei preti: so solo che la materia non può essere modificata per il passato ed il presente, perché persone ben preparate e in età matura hanno accolto tale status con giuramento solenne. Si vuole riformarlo? Va bene per il futuro, ma con Vittorino Andreoli mi sembra di non poter approvare; 2) nel titolo: “porte aperte ai fedeli cattolici divorziati e risposati”. Certo: le porte sono sempre aperte (e non solo quelle delle chiese, ma anche quelle della Chiesa). E il giorno dopo arriva l’applauso di Gerry Scotti e due giorni dopo quello del Pippo nazionale, ambedue divorziati e comunicatori eccellenti, che vorrebbero fare la comunione. Ma per fare la comunione bisogna essere perdonati, pentendosi dei peccati e mostrando almeno l’intenzione di non ricaderci: ecco perché l’assassino pentito può essere perdonato (anche se non può rimuovere l’effetto della sua azione) e l’adultero no (perché può, ma non lo fa). Nel caso di “adulterio” si ha un peccato gravissimo: “Quello dunque che Dio ha congiunto, l’uomo non lo separi”. Chiaro? Ma quel povero Cristo concluse: “Chiunque ripudia la propria moglie, se non in caso di concubinato, e ne sposa un’altra, commette adulterio” (Mt, 19, 3-9). Anche a me, che sono un povero cristo, il discorso è chiarissimo: come mai non lo è per chi ha affrontato la situazione in concreto? I divorziati risposati (quelli che si dichiarano cattolici, naturalmente) e i profeti-guida?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi