cerca

Ed ora, che fare?

18 Maggio 2009 alle 17:00

E adesso che i colorati (come li chiamano in Francia) si sono presi i posti di lavoro dove ti pagano per ciò che produci e non per renderti “riconoscente” a qualcuno, adesso che l’incantesimo del posto di lavoro sicuro al di là della utilità, efficienza, dell’esistenza stessa del “lavoro” di cui si ricopre il “posto”, si è rotto, che cosa ci resta da fare? Ci resta da competere con i colorati che ben sanno fare quello che noi “non volevamo fare” e che ora vorremmo fare di nuovo, per poter vivere. È stata onesta la politica pelosa di accoglienza senza freni propinataci con l’edulcorante dei buoni sentimenti? L’accoglienza alla Mitterand porta voti, certo; il velo islamico solletica le nostalgie teocratiche, sicuro. Ma la crisi economica sconvolge i giochi di potere compiuti alle spalle e sulle spalle del popolo che ora, ormai tardi, vede l’inganno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi