cerca

Il ventre molle - da dove è iniziato tutto

14 Maggio 2009 alle 07:00

La serie di articoli sul calvinismo è impressionante. A me fa venire i brividi, non meno che Meotti sul multikulti. Fa capire infatti da dove nasce la mollezza continentale. La Chiesa ratzingeriana in un mondo sempre più globalizzato ma frantumato e in un’Europa sfibrata sembra essere l'unica a poter offrire soluzioni alla gravissima problematica di assenza di educazione, educazione che non si limita alla scuola o alla famiglia, ma coinvolge la società intera. Tutti. Così Benedetto 16 qualche tempo fa: «il rischio per le sorti della famiglia umana è costituito dallo squilibrio tra la crescita tanto rapida del nostro potere tecnico e la crescita ben più faticosa delle nostre risorse morali, per contrastare questo rischio fondamentale e decisiva è l’educazione della persona». Per contrastare questo mondo di plastica e il nostro continente in mano agli Eurozombie, l’unica è puntare sui giovani • accoglierli e insegnare loro il bene, quello che il calvinismo non sa cosa sia, amarli in modo che si sentano accolti e amati, in modo che a loro volta accolgano e amino, • insegnare loro la responsabilità e il distinguere il bene dal male, la sofferenza e il sacrificio, in modo che accresca in loro la fiducia nella vita e non nella morte e prendano consapevolezza di sé stessi e della loro forza. Il tutto al di là dei soldi e della carriera, seppur importanti. Avete presente la strada calvinista? Ecco, l’altra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi