cerca

Che differenza c'è?

14 Maggio 2009 alle 19:45

Accompagnare le barche di diperati in Libia o trattenerli qui per verificare da dove vengono e poi rimandarli in patria non è molto diverso, capisco anche le obiezioni di chi parla di violazione dei diritti dei rifugiati politici, ma anche quelli che non sono perseguitati dalla politica ma solo da tutta quella miseria dovrebbero ricevere allora pari accoglienza. Il fatto è che umanamente il respingimento è qualcosa di terribile, ma anche i nostri campi di accoglienza, cosa accolgono? E l'Onu vuole difendere i diritti umani (e dovrebbe farlo in quei paesi martoriati dalle guerre) oppure vuole attaccare i governi che, a turno, ritiene più antipatici?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi